IMPIANTI FOTOVOLTAICI

Riduzione dei costi e autoconsumo: impianti fotovoltaici con e senza batterie di accumulo

L’impianto fotovoltaico è un sistema che consente di ridurre i costi di energia elettrica grazie all’autoconsumo: i suoi componenti meccanici, elettrici ed elettronici sono capaci di captare l’energia solare e di convertirla in energia elettrica, sfruttando il fenomeno fisico dell’effetto fotovoltaico.

L’impianto fotovoltaico base è connesso alla rete (on-grid) senza batterie di accumulo: i moduli fotovoltaici raccolgono la luce solare e producono energia sotto forma di corrente continua, che viene poi inviata a un inverter e trasformata in energia elettrica alternata, utilizzabile anche all’interno dell’abitazione. L’energia in eccesso può essere venduta alla rete nazionale tramite il sistema dello scambio sul posto.

L’impianto fotovoltaico connesso alla rete (on-grid) con batterie di accumulo unisce i vantaggi del sistema tradizionale a quelli del sistema off-grid: durante il giorno i moduli fotovoltaici producono energia solare utilizzabile per le utenze domestiche, mentre la corrente non usata viene immagazzinata in apposite batterie del sistema di accumulo. L’energia in eccesso può comunque essere venduta tramite il sistema dello scambio sul posto.

Le batterie di accumulo degli impianti fotovoltaici permettono di immagazzinare l’energia prodotta in eccesso durante il giorno per utilizzarla ad esempio di sera, quando l’impianto non produce energia. Tra i due tipo di batterie d’accumulo esistenti, al piombo/gel e al litio, le migliori ad essere abbinate a un impianto fotovoltaico sono quelle al litio, sia per la maggior efficienza energetica che per il design compatto e dunque il minor spreco di spazio, sia perché l’energia risulta subito disponibile senza dover chiedere alla rete nazionale.

 

Certificazioni